Chirurgia Oculistica

CHIRURGIA REFRATTIVA 

La chirurgia refrattiva offre una soluzione alternativa all’uso di occhiali e lenti a contatto perché corregge i vizi dovuti ad un difetto di focalizzazione delle immagini sulla retina intervenendo sulla cornea o sul cristallino e modificando le proprietà ottiche dell’occhio.

La chirurgia refrattiva rappresenta oggi il metodo più preciso e più sicuro per correggere la miopia, l’ipermetropia e l’astigmatismo, ossia difetti di refrazione, ma non agisce sulla struttura dell’occhio che mantiene le sue caratteristiche e parametri.

Negli ultimi anni sono state progettate ed applicate numerose tecniche chirurgiche e parachirurgiche per la correzione di miopia, ipermetropia ed astigmatismo dimostrando considerevole efficacia e sicurezza.

La scelta della tecnica spetta al medico oculista che dopo un’accurata visita oculistica ed esami diagnostici potrà determinare la scelta personalizzata del tipo di intervento.

Le cliniche Vista Vision in Italia possono vantare la tecnologia diagnostica e terapeutica più avanzata ed i migliori tecnici e medici oculisti specialisti in chirurgia refrattiva.

Le cliniche Vista Vision all’avanguardia nell’innovazione della tecnologia laser eseguono, inoltre, la tecnica rivoluzionaria RELEX SMILE che permette di effettuare una procedura “Flapless”, senza cioè la necessità del taglio di un flap corneale rispettando i nervi corneali ed eliminando tutte le complicanze legate alle procedure tradizionali.

Le tecniche di Chirurgia Refrattiva

CATARATTA

La cataratta è una patologia oculare che consiste nella progressiva opacizzazione del cristallino, ossia la lente naturale biconvessa presente all’interno dell’occhio che rifrange la luce per mettere a fuoco un oggetto. La percezione delle immagini appare confusa a causa dell’annebbiamento della vista. È una malattia comune legata all’invecchiamento che colpisce più della metà delle persone sopra i 60 anni (cataratta senile), ma può anche verificarsi dopo la nascita o nei primissimi anni di vita (cataratta congenita), a seguito di lesioni o traumi gravi all’occhio (cataratta traumatica), nei diabetici ed in seguito ad un eccessiva esposizione ai raggi solari (cataratta secondaria) o in persone affette da altre malattie oculari o che hanno fatto uso di farmaci come il cortisone o chemioterapici (cataratta da farmaci o malattie). La cataratta  è la più importante causa di cecità o comunque di deterioramento visivo in tutto il mondo.

La cataratta tende a svilupparsi in modo graduale senza causare dolore o produrre cambiamenti nell’aspetto dell’occhio. La tipologia più comune è la senile che insorge sopra i 60 anni e si manifesta in entrambi gli occhi (bilateralità della malattia) anche se di norma un occhio viene interessato prima dell’altro.

Il sintomo più comune è la vista annebbiata o sfuocata (riduzione del visus). Un altro sintomo frequente è il fastidio alla luce associato talvolta ad abbagliamento ed alla percezione di aloni intorno alle sorgenti di luce (abbagliamento e visione di aloni). I colori sembrano meno vivaci (discromatopsia), si può vedere doppio (diplopia monoculare) ed in molti casi si ha la comparsa (o se già presente, l’aumento) della miopia (ametropizzazione) che, nella terza età, annulla la presbiopia ossia l’anziano riesce “inspiegabilmente” a leggere senza occhiali, facendo pensare ad un miglioramento del disturbo tuttavia transitorio poiché con il passare del tempo cresce il difetto visivo.

La diagnosi della cataratta deve essere formulata dal medico specialista oculista dopo aver effettuato un esame completo dell’occhio che comprende fra l’altro: determinazione del visus per lontano e per vicino, esame del cristallino alla lampada a fessura con pupilla dilatata, tonometria ed esame della retina per valutare l’opacizzazione del cristallino ed escludere altre patologie , corneali o retiniche , che potrebbero provocare il medesimo calo della vista.

Non esistono medicine, diete od occhiali in grado di far regredire la cataratta. L’unico trattamento valido e risolutivo è l’intervento di microchirurgia della cataratta che può essere praticato indipendentemente dal grado di opacizzazione del cristallino e quando impedisca al paziente lo svolgimento di normali attività quotidiane. Dopo l’intervento chirurgico le probabilità di ottenere un miglioramento della vista sono eccellenti (superiori al 97%) anche se la presenza di altre malattie oculari può compromettere il risultato finale, anche se l’operazione è riuscita perfettamente.

Le tecniche d’intervento per la Cataratta

PATOLOGIE OCULARI

Gli occhi sono lo specchio dell’anima, ma anche rivelatori del proprio stato di salute. Dagli occhi di una persona si possono senz’altro ottenere molte informazioni, ma esistono anche molte malattie oculari che provocano disturbi agli occhi, o difetti della vista evidenziabili con una visita oftalmologica specialistica.

Vista Vision Universo Salute dispone di strumentazione diagnostica e tecnologia di ultima generazione e di uno staff di medici e tecnici di supporto d’eccellenza per diagnosticare, correggere ed eliminare le patologie oculari.

Presso le cliniche si effettuano esami specialistici, visite oculistiche e sono specializzate nella cura delle patologie oculari quali glaucoma, cataratta e cheratocono e nella chirurgia plastica oculare che si occupa della chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica delle palpebre e delle zone del volto subito adiacenti.

Servizi